SUPERTYPHOON

previsione : il puntino rosso è la nostra isola

previsione : il puntino rosso è la nostra isola !!

Non è nemmeno un anno che siamo qui e ci siamo trovati ad affrontare la peggiore delle nostre avventure che oltretutto poteva essere l’ultima. Tutto è cominciato il giorno 6 novembre quando un amico ci ha informati della formazione sul Pacifico di un potente tifone e che avrebbe potuto dirigersi sulla nostra isola. Da quel momento abbiamo seguito l’evolversi della situazione ora per ora su internet. In effetti tutti i modelli matematici del mondo indicavano lo stesso percorso che passava proprio su di noi ( foto in alto ). Inoltre il tifone si andava rinforzando diventando un Supertyphoon ( categoria 5 ). Erano quindi previsti venti potentissimi che avrebbero distrutto ogni cosa, compresa casa nostra che è si molto graziosa ma tutta di legno e quindi incapace di resistere a quella furia. Decidevamo così di spostarci in un albergo a pochi chilometri da noi ( di cemento armato ) e di attendere li il sicuro disastro. Eravamo rassegnati a dover ricostruire la casa ma almeno saremmo restati vivi. Nel frattempo le autorità locali avevano messo in moto la macchina delle emergenze passando in tutta l’isola con megafoni ad informare la popolazione che le scuole sarebbero state un luogo sicuro dove rifugiarsi ed invitando tutti ad abbandonare le loro case totalmente inaffidabili. Un lavoro egregio e degno di nota. Intanto in albergo attendevamo e col passare delle ore l’ansia aumentava in modo esponenziale. Il venerdì mattina ( 8 novembre ) è stata tolta la corrente elettrica per motivi di sicurezza. Verso le 11 ha cominciato a soffiare il vento che è andato intensificandosi fin verso le 6 del pomeriggio, dopo di che è rimasto costante fino a mezzanotte e quindi ha iniziato a calare. La potenza delle raffiche era si notevole ma non quella che ci saremmo aspettati. Infatti abbiamo poi saputo che all’ultimo momento l’uragano aveva deciso di smentire gli scienziati operando una deviazione verso sud che ha salvato la nostra isola a scapito purtroppo di una posta appunto più a sud ( foto in basso ). Mentre scrivo non si conoscono ancora le cifre ufficiali del disastro che comunque saranno elevatissime. L’impatto con la costa est delle Filippine è stato di una violenza unica : vento a 315km/h con raffiche fino a 380km/h. In quella zona anche il mare ha detto la sua entrando come uno tsunami all’interno del territorio dove il livello dell’acqua ha raggiunto il secondo piano delle case devastando completamente intere città. Su Tablas non si abbattono tifoni importanti dal 1990: qualcosa vorrà pur dire. Forse la sua posizione “ protetta “ dalle altre isole l’ha aiutata anche in questo frangente e spero sia così anche in futuro.

reale andamento : siamo stati fortunati !

reale andamento : siamo stati fortunati !

Lascia un commento

Seguici

lecasedelpaguro.com © 2013

Sito realizzato da theAverageDev.com